Bando

Fotonica in Gioco è un concorso a premi aperto a tutti gli studenti delle Scuole Secondarie di Secondo Grado Italiane.

Lo scopo del concorso è la creazione di un gioco da tavolo originale con tema scientifico.

Il tema dell'attuale edizione è "Trasformazioni: come cambiano le cose ". E' possibile affrontare il tema da diversi punti di vista, per esempio pensando ai cambiamenti di stato, alle trasformazioni chimiche, alla termodinamica, alla fotosintesi, all'evoluzione, alle trasformazioni fra diverse forme di energia, alla cucina ed alle tecniche di preparazione e cottura di alimenti, alla vinificazione, all'economia sostenibile, al riciclo, ai cambiamenti climatici, alle trasformazioni storiche e sociali, al cambiamento dei costumi, delle mode, delle tecnologie, dei linguaggi e così via.

Possono partecipare singoli studenti, gruppi o intere classi. In ogni caso è richiesta la partecipazione di uno o più insegnanti di riferimento.

Il concorso viene proposto dall'Istituto di Fotonica e Nanotecnologie del Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR) nell'ambito delle iniziative per la divulgazione scientifica e la promozione della cultura.

Il concorso inizia ufficialmente il 15 settembre 2017 con l'apertura delle preiscrizioni (non vincolanti ma importanti per ricevere informazioni e rimanere in contatto).

Il termine ultimo per la consegna dei prototipi è il 28 febbraio 2018.

Nel periodo aprile/maggio 2018 verranno selezionati i tre giochi migliori che riceveranno un premio di 600 euro come contributo da spendere in attività culturali e didattiche.

La cerimonia di premiazione avverrà a Venezia nel settembre/ottobre 2018 in occasione del Premio Archimede, il prestigioso concorso per inventori di giochi da tavolo.

Per maggiori informazioni: www.fotonicaingioco.it

Partecipazione

Per partecipare al concorso è necessario:

1) A partire dal 15  settembre 2017: preiscriversi attraverso il sito www.fotonicaingioco.it (link "preiscrizione") segnalando la scuola di provenienza e l'interesse a partecipare. La preiscrizione è importante per ricevere informazioni e rimanere in contatto, ma non è vincolante.

2) Entro il 28 febbraio 2017:

a. Compilare ed inviare via email a fotonicaingioco@ifn.cnr.it

  • una copia del modulo di iscrizione (in formato Word o PDF);
  • una copia del regolamento del gioco;
  • 3 fotografie del gioco e degli autori.

b. Preparare Il prototipo del gioco, chiuso in una scatola riapribile, completo di ogni parte necessaria per giocare compreso il regolamento. Sulla scatola devono essere indicati il nome del gioco, il nome della scuola (o delle scuole) e della classe (o delle classi) partecipanti ed il nominativo dell'insegnante di riferimento (con numero di telefono ed email).

c. Spedire il prototipo insieme ad una copia del modulo di iscrizione stampato e firmato a:

IFN-CNR

c/o Fotonica in Gioco

via Cineto Romano, 42

00156, Roma

L'organizzazione non si assume responsabilità in caso di smarrimento dei prototipi dovuto a problemi postali.

Attenzione: i prototipi dei giochi non saranno restituiti.

La partecipazione al concorso è completamente gratuita. Restano a carico dei partecipanti le spese per la realizzazione dei prototipi e le spese di spedizione. 

Requisiti

I giochi presentati dovranno rispondere ai seguenti requisiti, nel caso contrario verranno esclusi dal concorso:

Partecipanti

·         Possono partecipare singoli studenti, gruppi o classi intere.

·         Tutti i partecipanti devono essere studenti di una (o più) Scuole Secondarie di Secondo Grado Italiane.

·         Deve essere sempre indicato almeno un insegnante di riferimento.

Il gioco

·         Deve essere originale ed inedito.

·         Non deve durare più di 90 minuti.

·         Deve essere legato al tema del concorso "Trasformazioni: come cambiano le cose".

Il regolamento del gioco

·         Deve essere scritto in italiano e stampato.

·         Deve essere chiaro, facilmente comprensibile e completo, possibilmente corredato di figure ed esempi.

·         Deve indicare l'elenco dei materiali ed il numero massimo e minimo di giocatori.

·         Non può eccedere le 10 000 battute.

Il prototipo

·         Deve presentare tutte le parti necessarie per giocare.

·         Deve essere funzionale, cioè deve permettere alla giuria di giocare senza problemi.

·         Tutte le parti devono essere contenute in una scatola di cartone rigido richiudibile, non troppo grande o pesante (sulla falsariga dei giochi in scatola in commercio).

·         Le parti devono essere ben confezionate e suddivise in modo da facilitare i preparativi del gioco.

·         Non è necessario un aspetto professionale: l'aspetto grafico è subordinato alla funzionalità.

Premiazione

Nel periodo marzo/aprile 2018 la giuria di selezione, costituita da esperti dell'IFN-CNR con il supporto di Studiogiochi (organizzatrice del Premio Archimede), giudicherà i prototipi partecipanti e selezionerà i tre giochi migliori secondo i criteri di valutazione indicati nel seguito.

Ogni squadra selezionata riceverà un premio di 600 euro. La somma sarà erogata alle scuole di provenienza e dovrà essere utilizzata come contributo per attività didattiche (acquisto di materiale didattico, contributo per visite di istruzione, organizzazione di conferenze, ingresso a festival, musei o mostre ecc.) secondo le proposte dalla squadra ed a favore delle intere classi di provenienza. In caso di partecipazione di più classi o scuole il contributo dovrà essere suddiviso in parti uguali.

I tre giochi migliori parteciperanno alla cerimonia di premiazione che si svolgerà a Venezia nel settembre/ottobre 2018 in occasione del prestigioso Premio Archimede per inventori di giochi da tavolo. Durante la cerimonia verrà resa nota la classifica finale (primo, secondo e terzo gioco classificato) e avverrà la premiazione ufficiale con la consegna dei trofei e degli attestati.

Criteri di valutazione

Per la valutazione dei giochi verranno considerate le seguenti caratteristiche:

·         Originalità del meccanismo di gioco

·         Divertimento

·         Giocabilità

·         Corretta introduzione del tema

·         Capacità di illustrare e spiegare gli argomenti trattati

·         Interazione fra i giocatori

·         Pertinenza dell'ambientazione

·         Qualità del prototipo