Consigli utili

Siete pronti ad inventare il vostro nuovo gioco? Mille idee già vi frullano per la testa? Ma prima di iniziare leggete questi piccoli consigli...

L'idea

  • Gioca!
    Gioca più che puoi. Metti insieme i tuoi giochi da tavolo con quelli dei tuoi amici e giocate! E' una delle cose più divertenti da fare insieme. Ed è anche l'unico modo per farsi venire idee originali e funzionanti per creare un nuovo gioco.

  • "Smonta" i giochi
    Ogni gioco è fatto di tante parti diverse: tabellone, pedine e carte ma anche, ambientazione, regole, meccanismi di gioco, condizioni di partenza e di vittoria ecc. Gioca e cerca di capire come è fatto il gioco e come funziona, quali sono i meccanismi principali, cosa succede se vengono cambiati, cosa rende il gioco divertente e così via. "Smembra" i giochi e la loro struttura per capire come sono "fatti dentro".

  • Osserva
    Le idee per un nuovo gioco vengono da dove meno te lo aspetti. Guardando un telegiornale, riflettendo sul traffico, godendoti un film o un fumetto, osservando le stelle. Apri la mente, fatti domande su come funzionano le cose, gioca con le idee.

Il prototipo

  • Comincia con qualcosa di semplice
    Un gioco deve essere provato molte volte prima di funzionare davvero. Probabilmente questo ti costringerà a fare e rifare molti diversi prototipi. Parti da qualcosa di semplice e facilmante modificabile, magari un semplice foglio disegnato con un pennarello.

  • Ricicla!
    Nel tuo gioco serviranno varie parti: tabellone, pedine, gettoni, dadi, carte ecc. Per procurartele guardati intorno e cerca soluzioni semplici. Puoi utilizzare parti di vecchi giochi, sassi, vetri decorativi, bottoni ecc. Se proprio non trovi qualcosa fai un giro in qualche negozio di articoli per la casa ed accessori, in una cartolibreria, in un negozio di oggetti usati.

  • Realizza un prototipo funzionale
    Un prototipo deve essere funzionale, cioè deve permettere a chi gioca di farlo comodamente. Quindi le scritte devono essere ben leggibili, le pedine devono rimanere in piedi, le varie parti non devono essere troppo piccole e devono essere comode da prendere, i componenti non si devono rompere troppo facilmente ecc.

  • Non esagerare
    Un prototipo è un prototipo, nessuno si aspetta di trovare un prodotto professionale, di quelli che si comprano negli scaffali dei negozi. L'importante è che sia funzionale (vedi sopra), che sia almeno un minimo gradevole, e che aiuti a calarsi nell'ambientazione e nella narrazione del gioco.

Il regolamento

  • Cura molto il regolamento!
    Il regolamento è la parte più importante del gioco. Purtroppo l'autore non può essere presente ad ogni partita per spiegare le regole e chiarire i dubbi. E allora non resta che affidarsi a quel piccolo libricino che in pochissimo tempo deve far capire a chiunque come giocare. Attenzione perchè un cattivo regolamento può rendere ingiocabile un ottimo gioco.

  • Scrivi un regolamento breve e chiaro
    Per un giocatore il regolamento è quel noioso ostacolo che si frappone fra lui e la divertente partita che lo aspetta appena avrà finito di leggere. Nessuno (o quasi) inizierà a giocare se c'è prima da leggere un regolamento di 20 noiose pagine.

  • Scrivi un regolamento completo
    E' molto fastidioso dover interrompere una partita perchè una regola è poco chiara e non si sa cosa fare. Il regolamento, nella sua brevità, deve contemplare tutti i possibili casi senza lasciare dubbi.

  • Usa illustrazioni ed esempi
    Una figura parla più di molte parole. Un esempio spiega molto meglio di un lungo discorso.

  • Cosa non può mancare
    Queste sono le parti che proprio non possono mancare nel vostro regolamento:
    • Titolo del gioco.
    • Numero minimo e massimo di giocatori (per esempio, da 2 a 5 giocatori).
    • Breve introduzione, per spiegare in linea di massima il gioco e la sua ambientazione.
    • Elenco completo dei materiali presenti nella scatola e necessari per giocare.
    • Preparazione: cosa bisogna fare prima di iniziare a giocare? Magari bisogna aprire il tabellone, piazzare le pedine, mischiare le carte, decidere chi giocherà per primo e così via.
    • Svolgimento: questo è il cuore del regolamento in cui vengono spiegate passo passo tutte le regole necessarie per giocare: cosa fanno i giocatori e quando? Cosa e consentito e cosa è vietato?
    • Fine del gioco e vittoria: quali sono le condizioni che determinano la fine del gioco? Come si fa a decidere chiaramente chi ha vinto?
    • Consigli sulla strategia: questa parte non è indispensabile ma può essere utile per mettere i giocatori sulla buona strada fin dalla prima partita.
    • Elenco degli autori: chi ha inventato il gioco? Chi ha curato la grafica? Chi ha aiutato nella stesura del regolemanto?
    • Contatti (magari fornendo una email ed un telefono)

  • Fai leggere il regolamento ad estranei
    Chi ha creato il gioco e ci ha lavorato molto tempo considererà sempre quel regolamento chiaro e lampante. Ma potrebbe non essere così per chi vede il gioco per la prima volta. Per stare tranquillo fai leggere il regolamento a persone che non conoscono il gioco ed osservane le reazioni.

I test

  • Prova il gioco
    Un'idea meravigliosa sulla carta può poi rivelarsi un gioco molto noioso. Magari basterebbe solo una piccola modifica per renderlo più interessante e divertente. L'unico modo per scoprirlo è provare e riprovare. Realizza sempre un prototipo, anche grossolano all'inizio, provalo e fallo provare più volte cercando di capire cosa non funziona, cosa può essere migliorato, cosa va mantenuto.

  • Fai provare il gioco ad estranei
    Quando il gioco comincia ad avere una forma compiuta fallo provare a persone che non lo conoscono. Non spiegare le regole ma fai solo leggere il regolamento. Non intervenire mai durante la partita ma limitati ad osservare. I giocatori capiscono sempre bene cosa devono fare o ci sono regole poco chiare? Si divertono o si annoiano? Ci sono parti del gioco che funzionano meglio ed altre che non funzionano?

La scatola

  • Chiudi il gioco in una scatola robusta
    Prepara una scatola in cui chiudere il gioco. Deve essere abbastanza comoda ma non troppo grande o pesante, deve essere abbastanza robusta da non rovinarsi nella spedizione e nell'uso, deve potersi richiudere e riaprire più volte (prendi come esempio le scatole dei giochi in commercio).

  • Separa bene i pezzi nella scatola
    Ripiega il tabellone, metti dadi e pedine in bustine, lega insieme le carte, separa tutte le parti in modo che chi gioca possa facilmente trovare cosa serve e preparare velocemente il tavolo per giocare (e alla fine rimettere a posto tutto).