Il concorso in breve

Qualche rapida informazione sul concorso Fotonica in Gioco.

Chi può partecipare:               

Singoli studenti, gruppi e classi di Scuole Secondarie di Secondo Grado, seguiti da almeno un insegnante di riferimento.

Oggetto del concorso:

Ideazione e realizzazione di un gioco da tavolo originale con tema scientifico.

Tipologia dei giochi:

Giochi da tavolo di ogni tipo: giochi astratti, di percorso, di posizionamento, di carte, di parole, party games ecc.

Tematiche da trattare:

Il tema del concorso è "Trasformazioni: come cambiano le cose ". E' possibile affrontare il tema da diversi punti di vista, per esempio pensando ai cambiamenti di stato, alle trasformazioni chimiche, alla termodinamica, alla fotosintesi, alle trasformazioni fra diverse forme di energia, alla cucina, alla vinificazione, all'economia sostenibile, al riciclo, ai cambiamenti climatici, alle trasformazioni storiche e sociali, al cambiamento dei costumi, delle mode, delle tecnologie, dei linguaggi e così via.

Che tipo di aiuto posso avere?

In questo sito internet puoi trovare informazioni, consigli e suggerimenti sulla creazione dei giochi e sulla luce. Saranno possibili conferenze e laboratori in occasione di festival e manifestazioni (vedere la sezione news), e la possibilità di interventi e lezioni nelle scuole.

Cosa fare per partecipare?


Dal 15 settembre 2017:

- Preiscriversi attraverso il sito www.fotonicaingioco.it (link "preiscrizione").

Entro il 28 febbraio 2018:

- Preparare Il prototipo del gioco, chiuso in una scatola riapribile, completo di ogni parte necessaria per giocare compreso il regolamento.

- Compilare ed inviare via email a fotonicaingioco@ifn.cnr.it una copia del modulo di iscrizione  ed una copia del regolamento del gioco (in formato Word o PDF).

- Spedire il prototipo insieme ad una copia del modulo di iscrizione stampato e firmato a:

IFN-CNR

c/o Fotonica in Gioco

via Cineto Romano, 42

00156, Roma

Quanto costa partecipare?

La partecipazione al concorso è totalmente gratuita. Restano a carico dei concorrenti le spese di realizzazione dei prototipi e la spedizione dei lavori.

Premiazione


Nella primavera 2018 verrà selezionata una rosa di tre finalisti.
Ogni squadra finalista riceverà un premio di 600 euro come contributo per attività didattiche.

La premiazione finale avverrà nell'ottobre 2016 a Venezia in occasione del prestigioso Premio Archimede per inventori di giochi.